Rifiuti, i primi 100 giorni al Comune di Napoli

Un primo passo in tal senso è stata la stipula del protocollo d’intesa Comune ‒ Centro Vedelago, col quale si dà avvio allo studio per la realizzazione di un impianto di trattamento meccanico a freddo, da collocare sul territorio di Napoli e per favorire l’utilizzo delle materie di seconda vita.

<br><br>Per la costruzione di un percorso virtuoso si sono emanate anche ordinanze sindacali volte alla riduzione della quantità di rifiuti prodotti, attraverso il divieto di vendita e utilizzo per gli esercenti commerciali di contenitori e stoviglie monouso, obbligo di vendita di prodotti defoliati, divieto di attività di volantinaggio, ecc.

<br><br>Non solo assemblee di confronto ma anche collaborazione per la città, per questo il Comune ha deciso di essere protagonista della manifestazione promossa da Legambiente, in cui, per una volta, l’amministrazione e i cittadini, insieme, si prendono cura della città.

<br><br>Recuperare la fiducia in un percorso virtuoso nella gestione dei rifiuti, e far sì che ognuno si senta protagonista di questa piccola rivoluzione verde, questo il vero primo impegno dell’amministrazione, impegno supportato da investimenti economici, di persone e di progetti.

<br><br>Source: <a href=”http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/19/rifiuti-i-primi-100-giorni-al-comune-di-napoli/158454/”>Continue reading »</a>

Rifiuti, i primi 100 giorni al Comune di Napoliultima modifica: 2011-10-20T13:09:45+02:00da hgcvmn
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento